Post in evidenza

“I LUNEDI DEL BASKIN ” Secondo appuntamento!

Ospite del secondo appuntamento de I LUNEDI DEL BASKIN ( Lunedi 2 dicembre ore 20.30 nell’Auditorium dell’Istituto Bearzi di Udine ) è la prof.ssa Elena Gianello di Trieste , insegnante di educazione fisica con specializzazione per il sostegno all’handicap.
Dopo sei anni di esperienza come insegnante di sostegno, “la prof.” comincia a riflettere sul fatto che, ribaltando un concetto comunemente diffuso, per ottenere un miglioramento della qualità della vita dei ragazzi disabili, coloro che devono essere veramente “integrati” sono i giovani così detti “normodotati”. Convinta della validità di questa idea, avvia, all’interno delle attività scolastiche, il primo “laboratorio di psicomotricità integrata” … ben presto sono decine gli studenti che si avvicinano a queste attività trascorrendo alcune ore dei loro pomeriggi giocando a pallacanestro, calcio 5, pallavolo…
Nel dicembre del 2001, fonda l’ASD Carducci grazie alla quale si aggiungono lo sci, la vela, le bocce, il pattinaggio a rotelle, il nuoto e la danza moderna.
Nel 2008 l’ASD Carducci cambia nome e diventa ASD CALICANTO prendendo il nome di quel profumatissimo fiore che, andando contro corrente, sceglie di fiorire quando, con l’avvicinarsi dell’inverno la pianta perde tutte le foglie.
Questa meravigliosa avventura tanto impegnativa quanto gratificante ci verrà raccontata lunedi.
Avventura Calicanto che non si è mai fermata spingendosi ad abbracciare  la disabilità a 360 gradi, dedicandosi in attività di musica fino a creare la CALICANTO BAND; questa attività musicale integrata nasce dalla convinzione che uno stretto legame unisca la musica allo sport e che queste discipline siano di fondamentale importanza per la formazione dei nostri ragazzi.
Ospite quindi assieme alla prof.ssa Gianello la BAND CALICANTO che suonerà, diretta dal Maestro Fabio Clary, per i partecipanti, inframezzando gli  interventi della Presidente
Buon LUNEDI DEL BASKIN  a tutti.

Post in evidenza

Il saluto del Presidente

Creare un mondo migliore, che veda nuovi orizzonti di relazione e in cui veder crescere i nostri figli, è stato il Pensiero che come Soci fondatori ci ha accomunato a Federico Vescovini, SBE Varvit Vescovini Group primo imprenditore che ci ha sostenuto in questa splendida avventura umana prima ancora che sportiva e sociale.

FARE BASKIN E’ UNA NUOVA PROSPETTIVA UMANA

Lo sport che unisce e va oltre ogni barriera, questo il filo conduttore di “Baskin”.
Il “Baskin”, termine ispirato alle parole “basket” e “inclusione”, è una disciplina sportiva innovativa – made in Italy – progettata appositamente per valorizzare la partecipazione di tutti senza nessun tipo di discriminazione.
Il “Baskin” si ispira al Basket ed è aperto a tutti: maschi e femmine, persone con e senza disabilità, sia essa fisica o intellettiva, con tanta o poca esperienza sportiva, con elevate o ridotte competenze tecniche in basket.
Il “Baskin” crea una ricerca dell’equità nella competizione, grazie ad un complesso ed ingegnoso equilibrio tra agonismo e partecipazione di tutti, tra premiazione delle eccellenze e tutela delle fragilità.
A questa condizione, si riesce non solo a rispettare la dignità di ogni persona ma anche a risaltare l’eccellenza che ciascuno possiede.
La preoccupazione di sapere se uno è adatto o no a questo sport svanisce, poiché la prospettiva viene ribaltata: è il “Baskin” che è stato reso adatto alla pluralità umana.
Le persone che lo praticano, aumentano la fiducia in se stessi, la capacità di coniugare il sacrificio al piacere, e migliorano notevolmente le abilità psicomotorie e quelle di interazione con i ragazzi e con gli adulti.

Alberto Andriola